Questo sito utilizza cookie. Proseguendo la navigazione si acconsente al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

Informativa estesa

         

Sei in: Vivere Milano > Accessibilità strutture

Accessibilità strutture

Museo di Sant'Eustorgio e Cappella Portinari

Come arrivare coi mezzi pubblici
Tram 2, 3, 14; bus 94.
Per informazioni sull’accessibilità dei mezzi pubblici ATM:
www.atm.it/it/ViaggiaConNoi/Disabili/Pagine/atmperidisabili.aspx

Parcheggio
Il museo è situato in zona Ztl, è possibile parcheggiare sulle strisce blu in via Gian Galeazzo. Le persone con disabilità munite di pass disabili possono parcheggiare nella piazza antistante la basilica. In corso di Porta Ticinese è presente un posto auto riservato ai titolari di pass disabili.
Per informazioni sulla viabilità e la sosta a Milano: 
https://www.comune.milano.it/aree-tematiche/mobilita/servizi-per-le-disabilita

Ingresso
Dal 2016 il museo fa parte del complesso dei Chiostri di Sant’Eustorgio.
Si accede al Museo, situato alla sinistra della Basilica (al civico n 2) tramite un grande portone (sempre aperto durante l’orario di apertura del museo) seguito da un percorso di circa 50 metri in lastricato leggermente sconnesso. L’ingresso presenta due porte consecutive, la prima a un battente (130 cm), la seconda a doppio battente (60 cm ciascuno). 

Informazioni per i visitatori
Ingresso gratuito per persone con disabilità e accompagnatori. Percorsi didattici per le scuole e visite guidate per i gruppi su prenotazione (tel. 02 89402671).

Accoglienza
Nell’atrio si trovano:

  • biglietteria (bancone h 92 cm)
  • bookshop (bancone h 92 cm).

Sono presenti operatori museali che offrono informazioni e accoglienza.

Percorso espositivo
Il percorso espositivo si sviluppa a piano terra; presenta 5 sale collegate fra loro da 4 rampe inclinate (pendenza massima 21%). La visita inizia dalla la Sala Capitolare del primitivo convento domenicano, seguita dalla Sacrestia Monumentale costruita nel 1565 e dotata di armadi in noce realizzati da un intagliatore milanese. Negli armadi sono esposti oggetti di arredo liturgico e preziosi reliquiari che testimoniano la devozione di molte famiglie milanesi al convento domenicano.
Dalla Sacrestia Monumentale si accede alla Cappella Portinari, capolavoro dell’architettura rinascimentale lombarda, la cappella racchiude il ciclo affrescato da Vincenzo Foppa e l’Arca di san Pietro Martire. La cappella è costituita da un vano principale a pianta quadrata, al centro della cappella si trova l’arca di San Pietro Martire, straordinaria testimonianza della scultura gotica.
Per visitare il Cimitero Paleoscristiano, è necessario superare 15 gradini consecutivi (h 16 cm) con corrimano a sinistra e 2 varchi consecutivi (80 cm e 60 cm); ha luci soffuse.

Segnaletica di orientamento
Nell’edificio si trovano frecce direzionali con scritte a caratteri grandi (almeno 7 cm) e ben contrastati.

Servizi igienici
Un servizio igienico si trova tra le prime due sale del museo, ha le seguenti caratteristiche:

  • bagno con porta a battente larghezza 65 cm
  • wc a pavimento (spazio frontale 90 cm, laterale destro 24 cm, laterale sinistro 90 cm).

Un secondo servizio igienico è raggiungibile dal sottocoro della Basilica attraverso una porta a doppio battente (85 cm) e una breve rampa inclinata (pendenza 7%), ha le seguenti caratteristiche:

  • antibagno con porta a battente larghezza 80 cm e lavabo sospeso (spazio frontale 82 cm)
  • bagno con porta a battente larghezza 70 cm
  • wc a pavimento (spazio frontale 72 cm, laterale destro 50 cm, laterale sinistro 24 cm).